LE 4 CHIAVI DEL ERP PER GROSSISTI E DISTRIBUTORI

Grossisti e distributori sono parte cruciale del canale di distribuzione in quanto formano un legame tra i produttori e i rivenditori.

Questo gruppo, anche se molto importante per la catena di approvvigionamento generale, di solito non riceve sufficiente attenzione dai fornitori di software.

Oggi ci sono migliaia di soluzioni software che soddisfano le esigenze dei produttori e dei rivenditori e solo poche soluzioni che soddisfano le esigenze dell’industria all’ingrosso e della distribuzione.

L’attività di grossisti e distributori

Grossisti e distributori siedono tra produttori e rivenditori nella catena di fornitura.

In un modello semplice, un grossista riempie gli ordini dei rivenditori da un inventario acquistato in grandi quantità da altri fornitori.

I distributori fungono da intermediario tra i produttori e i rivenditori e forniscono servizi aggiuntivi come l’aggiunta di valore al prodotto, l’assunzione di un ruolo attivo nella vendita e nella promozione del prodotto e l’elaborazione dei resi.

In realtà, la linea tra grossisti e distributori non è sempre così chiara, e molte volte i grossisti forniranno servizi di distribuzione e viceversa.

Pertanto, molte aziende si definiscono “distributori all’ingrosso”.

 4 componenti chiave di ogni ERP per grossisti e distributori

L’ERP per la produzione o la vendita al dettaglio di solito non copre le esigenze dei grossisti e dei distributori. Richiedono una profonda funzionalità in alcune aree che non sono presenti nel settore manifatturiero e al dettaglio.

Le quattro principali aree di attività che ogni ERP per grossisti e distributori dovrebbe fornire sono:

  • Gestione del processo di distribuzione
  • Gestione della catena di approvvigionamento
  • Vendita al dettaglio e e-commerce
  • Operazioni di back-office

L’ERP per grossisti e distributori dovrebbe anche fornire:

  • Capacità della piattaforma di business
  • Funzionalità specifiche della posizione
  • Moduli di consegna del software.

Vediamo tutti i moduli citati sopra per comprenderli meglio.

 

Gestione dei processi di distribuzione

La gestione del processo di distribuzione è suddivisa in sei aree principali:

1.La pianificazione dei fabbisogni di distribuzione (DRP) è il motore di pianificazione, simile alla pianificazione dei fabbisogni di produzione (MRP) ma costruita per gestire le esigenze specifiche di grossisti e distributori.

2.Gestione delle vendite: automatizza l’inserimento degli ordini dei clienti e tiene traccia del loro stato. Comprende anche la determinazione dei prezzi, le fasi di allocazione delle scorte e il supporto per i resi delle merci.

3.La gestione degli acquisti: gestisce l’acquisto delle materie prime, dei semilavorati e dei prodotti finiti e tiene traccia delle conformità dei fornitori alle condizioni contrattuali.

4.La gestione della qualità fa riferimento a una serie di azioni intraprese dall’organizzazione al fine di garantire la creazione di prodotti di alta qualità. Le organizzazioni devono rispettare le norme ed i regolamenti nazionali e internazionali, ma molte aziende utilizzano dei requisiti interni per il controllo della qualità.

5.La gestione delle relazioni con i clienti (CRM) copre una vasta gamma di funzionalità, tra cui: gestione di campagne e lead, automazione della forza vendita, servizio clienti e supporto, ecc.

6.L’identificazione con codice a barre e radio-frequenza (RFID) sono funzionalità molto importanti dell’ERP per grossisti e distributori. I prodotti devono essere etichettati e imballati con codici a barre per un movimento efficiente lungo tutta la catena di approvvigionamento.

 

Gestione della catena di approvvigionamento (SCM)

La gestione della supply chain è il processo di gestione di tutte le operazioni aziendali tra fornitori, produttori, grossisti, distributori, rivenditori e clienti.

Un ERP per grossisti e distributori dovrebbe fornire funzionalità SCM (supply chain managment) più profonde rispetto ai normali sistemi ERP.

Le quattro aree che dovrebbero essere coperte dal sistema ERP per la supply chain sono:

  • Il sistema di gestione del magazzino (WMS) supporta le operazioni quotidiane all’interno del magazzino. Il sistema WMS consente di gestire il monitoraggio delle fasi dell’inventario e stoccaggio della merce, gestisce le funzioni di rifornimento merce e materiali, ecc.
  • Il sistema di gestione dei trasporti (TMS): si tratta di una gestione che si occupa di creare profili per tutte le organizzazioni di trasporto come i vettori. Questi sistemi monitorano e aiutano i meccanismi nei movimenti di trasporto regionali e internazionali.
  • La gestione del commercio internazionale: Si tratta della gestione dei partner commerciali esteri, quindi tutto ciò che riguarda confini e dogane. Questo sistema tiene traccia dei dati dei prodotti e gestisce le conformità dei prodotti per consentire operazioni commerciali transfrontaliere.
  • La gestione delle relazioni con i fornitori (SRM) Si occupa della comunicazione e collaborazione tra partner e fornitori dei prodotti e servizi, oltre ad avere un importante ruolo nella logistica.

 

Vendita al dettaglio ed e-commerce

Il software di vendita al dettaglio e di e-commerce consente la vendita di beni e servizi alle imprese e direttamente ai clienti. Comprende le seguenti aree chiave:

 

1.Il commercio multicanale: ovvero la vendita online o via web, multicanale perchè offre prodotti e servizi sia tra imprese (B2B) sia ai consumatori (B2C).

2.Record di software di vendita al dettaglio e punti vendita (POS): si occupa di tracciare e analizzare i dati e le transazioni presso i punti vendita, quali i negozi online o convenzionati.

Operazioni di back-office

Vediamo ulteriori 3 aree che sono molto importanti per qualsiasi azienda di distribuzione e all’ingrosso che esegua le operazioni di back-end:

 

  • Le applicazioni finanziarie che gestiscono le risorse finanziarie dell’organizzazione. Stiamo quindi parlando della contabilità e della rendicontazione finanziaria, budgeting, raccolta di crediti e gestione dei rischi.
  • La parte contrattuale, del rimborso e lo storno:  Parliamo quindi delle situazioni contrattuali che devono essere gestite dai grossisti e dettaglianti per reti complesse di acquirenti e venditori. La  gestione dei contratti si occuperà di tutti i requisiti di elaborazione del rimborso e del riaddebito dei prodotti o dei servizi prestati.
  • Risorse umane: gestisce i compiti relativi al personale. Comprende le seguenti funzionalità: gestione del personale, gestione dei benefit, gestione dei salari, self-service dei dipendenti, salute e sicurezza sul luogo di lavoro.

 

Vedi anche la differeza tra software ERP e MRP in questo link.

Buona lettura!

Pin It on Pinterest

Share This